Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie Policy.

Sicurezza in montagna: le app che possono salvare la vita

martedì 19 giugno, ore 19,00

“Si è perso sulle montagne innevate della Svizzera, prima del sopraggiungere dell’oscurità. Ma è riuscito a chiedere aiuto con l’APP “GeoResq”,  una brutta avventura si è risolta fortunatamente con un salvataggio andato a buon fine”: è il resoconto  di quanto accaduto ad un amante della montagna, secondo un recente comunicato del soccorso alpino.


GeoResQ è un servizio di geolocalizzazione e d’inoltro delle richieste di soccorso dedicato a tutti i frequentatori della montagna ed agli amanti degli sport all’aria aperta.


Il servizio, gestito dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e promosso dal Club Alpino Italiano (CAI), consente di determinare la propria posizione geografica, di effettuare il tracciamento in tempo reale delle proprie escursioni, garantisce l’archiviazione dei propri percorsi sul portale dedicato, ed in caso di necessità l’inoltro degli allarmi e delle richieste di soccorso attraverso la centrale operativa GeoResQ.


 Georesq, applicazione per smartphone,  è fornita gratuitamente a tutti i soci Cai e permette loro di essere localizzati in caso di necessità.


Se ne parla martedì 19 giugno, ore 19,00, nel corso di una serata divulgativa che si terrà in sezione, a cura del CAI Avellino e CNSAS Campania e condotta dai soci  Girolamo Galasso e Michele Renna .