Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie Policy.

SETTIMANA BIANCA in Val Di Sole 05 -12 marzo 2022

Il CAI Avellino organizza in collaborazione con li Sci Club Fagus una settimana bianca con che prevede attività sciistica ed escursionistica.  Sul programma è indicato il riferimento della segreteria per prenotazioni, per maggiori informazioni contatto in privato Vittorio Sellitto e Alfonso De Cesare.
 I tempi sono brevi per cui vi chiederemmo un rapido riscontro di interesse.

Tutte le informazioni nella Programma SETTIMANA BIANCA in Val Di Sole 05 -12 marzo 2022

 

DESCRIZIONE

Ci troviamo al centro della Val di Sole, NEL PAESE DELLE MERIDIANE ARTISTICHE, a breve distanza da Madonna di Campiglio, a dieci minuti dai Parchi Nazionale dello Stelvio e Adamello Brenta. 

Chi ama sciare trova un piccolo gioiello, più di 160 chilometri di piste, davanti alle Dolomiti di Brenta. 

Un carosello sciistico “SKI AREA” collega sci ai piedi gli impianti di Folgarida, Marilleva, Madonna di Campiglio e Pinzolo. Cinque minuti di navetta privata dell’hotel o Skibus (entrambi gratuiti), e si scende davanti all’impianto di risalita di Daolasa.

L'Hotel oltre ad aver ottenuto il marchio “Qualità Parco” per la particolare attenzione all’ambiente e alla natura ed ai prodotti che vengono offerti ha adottato una filosofia eco-sostenibile che mira alla salvaguardia dell’ambiente. 

 Ha ottenuto anche il marchio “Ecoristorazione” : una cucina a KM 0 , con prodotti Trentini e anche con prodotti Biologici. (Il pane di un piccolo forno della Val di Rabbi, tanti prodotti Biologici dalla pasta all’orzo, ai cereali a qualche tipo di vino, al miele allo yogurt, le torte, tutti i dolci, e i biscotti preparati direttamente dalla famiglia Bottea, le marmellate fatte in casa, lo yogurt, il latte e il miele tutti prodotti del territorio e, eccellenza su tutte, lo speck preparato e stagionato da mamma Maria).

 

P R O G R A M M A

Viaggio di a/r in pullman Gran -Turismo da Avellino a Monclassico (TN) con partenza alle ore 23.00 del giorno 04.12.2022 dal piazzale CONAD (variante). L’operazione di carico bagagli avverrà il giorno 04.12.2022 dalle ore 17,00 alle ore 18,00, nel medesimo piazzale.

L'arrivo a Monclassico è previsto per le ore 11,00 circa del giorno successivo. La consegna delle camere sarà effettuata intorno alle ore 13,00. Dal 05 marzo 2022 (giorno di arrivo) al 12 marzo 2022 (giorno di partenza) trattamento in mezza pensione presso l’Holiday Mountain Boutique Hotel in Moncalsssico.

La partenza da Monclassico è fissata il giorno 12.03.2022 alle ore 9,00 e l’arrivo ad Avellino è previsto per le ore 22,00 circa.

QUOTE INDIDUALI DI PARTECIPAZIONE

Riservate ai soci dello Sci Club Fagus Avellino ed ai soci del Club Alpino Sezione di Avellino, regolarmente iscritti, comprensive di:

  • TRATTAMENTO IN MEZZA PENSIONE c/o Holiday Mountain Boutique Hotel
  • VIAGGIO IN PULMANN G.T. di A/R da Avellino a Monclassico.

quota per persona in camera doppia: €. 550,00

disponibilità 12 stanze per max 24 persone.

(Sconti bambini/ragazzi 0-2 anni soggiorno gratuito; 3-8 anni -50%, 9-12 anni -30%; 13-16 anni -10%).

SERVIZI OFFERTI DALL'HOTEL

  • Prima colazione a buffet dolce e salato, prodotti anche bio, crostate, brioches, marmellate fatte in casa, mieli bio, yogurt trentino, muesli, biscotti, muffin, formaggio, prosciutto, frutta, succhi di frutta ecc…..
  • Cena con scelta di quattro menù a scelta 
  • Possibilità di pasto dietetico / Menù per celiaci Menù per vegetariani
  •  Parcheggio esterno gratuito (macchine e Bus)
  • Trasporto gratuito con Skibus dell’hotel all’impianto di risalita Daolasa (5/7 minuti di navetta – 2,5 km.)
  • Skiroom con scaldasciuga scarponi automatico - Convenzioni / Sconti con Noleggio e Scuola Sci
  • Wi-Fi / Sala TV / Palestra con attrezzatura Technogym
  • Tutte le stanze con servizi privati, balcone, telefono diretto, TV- satellite, cassaforte, prodotti cortesia.
  • Accesso all’area wellnes (contingentata e su prenotazione): con idromassaggio, sauna Finlandese, (sauna Bio, bagno turco purtroppo non possono funzionare) , Nebbia fredda, Relax. Obbligatorio per accedere : Accappatoio o Telo (Noleggio Accappatoio Euro 15,00 oppure Telo Euro 5,00 a settimana e/o ad ogni cambio)
  • Sabato aperitivo e cena di benvenuto
  • merenda con biscottini fatti in casa e the al Bar dll'Hotel
  • Una serata musica con pianobar
  • Una cena gourmet al lume di candela con prodotti trentini
  • Un assaggio di vin brulè con biscotti fatti in casa

Guest Card rilasciata ai clienti dell'Hotel che offre, gratuitamente, le seguenti opportunità:

  • libera circolazione in tutto il Trentino su pullman ;
  • libera circolazione sul treno Trento-Malé-Marilleva 900;
  • accesso, in Trentino, a importanti musei (MART, MUSE, Museo degli Usi e Costumi…), castelli e fortezze (Castello del Buonconsiglio, Castel Thun…);
  • ingresso in uno dei centri aderenti al Supernordic Skipass tra i quali il Centro Fondo Vermiglio e il Centro Fondo Passo Campo Carlo Magno;
  • sconto 10% su acquisto prodotti caseari nei due caseifici sociali in Val di Sole e su acquisto prodotti a MondoMelinda, degustazioni in molte cantine del Trentino.

 

PER GLI SCIATORI

Il comprensorio sciistico è quello della “SKIAREA” che collega Folgarida, Marilleva, Madonna di Campiglio e Pinzolo per un totale di 150 Km. di piste.

Tre tipologie di Skipass in convenzione con Sci Club e possibilità di sconto dal 10% al 15% sui prezzi di listino:

  • SKIPASS Folgarida – Marilleva: corse illimitate sugli impianti di Folgarida e Marilleva;
  • SKIPASS SkiArea: corse illimitate sugli impianti di Folgarida Marilleva, Madonna di Campiglio, Pinzolo (tutte collegate sci ai piedi) e Pejo (impianti di Pejo non collegati).

N.B. I Bambini nati dopo il 30.11.2013 avranno diritto allo Ski Pass gratuito di uguale tipo a quello acquistato dal familiare pagante, altrimenti pagheranno la tariffa ridotta prevista.

Sulle piste da Sci dal 1 gennaio 2022 l'assicurazione per la Responsabilità Civile contro Terzi (RCT) è obbligatoria .

Nel costo della tessera FISI (€ 40,00) è compresa, per tutta la stagione invernale e su tutti i comprensori sciistici, la copertura assicurativa per la R. C. T. e, inoltre, contro gli infortuni subiti dallo stesso sciatore e il soccorso sulle piste. Gli sciatori non tesserati, dovranno munirsi di una polizza personale per la copertura della RCT, da stipulare con una compagnia assicurativa o, in alternativa, devono acquistare una polizza presso il gestore dell’impianto di risalita contestualmente all’acquisto dello skipass con il conseguenziale aumento dei costi.

 

PER GLI ESCURSIONISTI

  • Escursioni con ciaspole organizzate dal Consorzio Dimaro Folgarida (Escursioni con racchette da neve in compagnia delle Guide Alpine Val di Sole).
    Escursioni di mezza giornata Euro 5,00 con Dimaro Folgarida Card Escursioni di intera giornata Euro 25,00 adulti, Euro 12,50 bambini 6-11 anni.
    Ciaspole fornite in loco comprese nella tariffa.
  • Escursioni con ciaspole su altri numerosi itinerari da programmare in relazione al numero delle adesioni alla settimana bianca

 

 

QUALCHE IDEA IN PIU’ PER I NON SCIATORI:

  • Visita a Madonna di Campiglio, da sempre considerata la Regina delle Nevi. A 50 mt. dall’Hotel il Bus per Madonna di Campiglio (gratuito per i possessori di Guest Card)
  • Visita a Cantine di vini (a 100 mt dall’Hotel il Trenino DolomitiExpress ) La fermata del Trenino è proprio davanti alle Cantine: Cantina di Lavis - Cantina Rotari.
  • Visita alla città di Trento (che si può raggiungere con il Trenino Dolomiti Express a 100 mt. dall'Hotel) visita al Centro Storico con il suo meraviglioso Dumo (giovedì mercato) , il Castello del Buon Consiglio, sede dei Principi
  • Vescovi è considerato il Castello più importante del Trentino; il Muse (Museo della Scienza) di recente costruzione e realizzato dal famoso architetto Renzo Piano .
  • Visita a Castel Thun (ingresso gratuito per i possessori di Guest Card) considerato uno dei Castelli Medioevali più belli d’Italia.
  • Visita all’Eremo di San Romedio, che sorge sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri ed è uno dei più caratteristici Eremi d’Europa.
  • Visita accompagnata da guida alle 50 meridiane artistiche di Monclassico (il Paese delle Meridiane).

 

TERMINI PER L’ADESIONE

1° Acconto all'atto della prenotazione: €. 150,00 entro il 05.02.2022;

2° Acconto €. 150,00 a persona entro il 18.02.2022;

SALDO € 250,00 entro il 25.02.2020.

I posti nel bus saranno assegnati secondo l’ordine di prenotazione.

POLITICA DI CANCELLAZIONE:

La cancellazione della prenotazione, senza applicazione di penale, è prevista soltanto se dimostrata con

certificato medico attestante il contagio da Covid-19.

I versamenti potranno essere effettuati a mezzo bonifico bancario:

  • Sul c/c Banca Intesa San Paolo - IBAN:IT80K0335901600100000147371, intestato a: SCI CLUB FAGUS AVELLINO A.S.D.
  • Su c/c BPER - IBAN: IT19G0538715100000000027204 intestato a: CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI AVELLINO 

 

CLUB ALPINO ITALIANO
 
SEZIONE DI AVELLINO
Piazzetta San Nicola
Cesinali (AV) 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

SCI CLUB FAGUS AVELLINO
Via Gen. G. Berardi, n.11 - 83100 Avellino
Tel. 0825.30709 - 347.5166550
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sentiero 211 del Partenio non percorribile per frana

Buongiorno,

si comunica che parte del sentiero 211 del Partenio non è percorribile per frana e pericoli di ulteriori frane come da mappa allegata.

“Sicuri sulla Neve” - Soccorso Alpino e Speleologico della Campania

CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO

SERVIZIO REGIONALE CAMPANIA

 

Il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania promuove la giornata

“Sicuri sulla Neve”

L’iniziativa si inquadra all’interno del progetto Sicuri in Montagna, un evento del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) che si prefigge l’obiettico di rendere la montagna un luogo più sicuro, riducendo gli incidenti umanamente evitabili.

La giornata “Sicuri sulla neve”, si terrà in località Laceno, domenica 16 gennaio a partire dalle ore 09.00.

Sarà un momento di confronto e conoscenza, durante la quale saranno date informazioni sulle attività del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e allo stesso tempo indicazioni per poter meglio conoscere ed affrontare l’ambiente innevato.

La partecipazione alla giornata è aperta a tutti.

Nella locandina maggiori dettagli.

 

Lo Scarpone - Nuove norme sulla sicurezza nelle discipline sportive invernali: in quali casi è obbligatorio il kit di autosoccorso?

31 dicembre 2021|IN PRIMO PIANO, SCIALPINISMO, ESCURSIONISMO|DI VINCENZO TORTI

La nuova norma non consente di cogliere l'esatta portata dell'obbligo introdotto e gli ambiti in cui potrà trovare, o meno, applicazione. Per questo il Cai ha trasmesso alla Sottosegretaria con delega allo Sport, Valentina Vezzali, la richiesta di emanazione di una circolare chiarificatrice.

 

Dal 1° gennaio 2022 si applicano le nuove norme sulla sicurezza nelle discipline sportive invernali, previste dal decreto legislativo 28 febbraio 2021, n. 40, del quale si occupa ampiamente un approfondimento, curato da Gian Paolo Boscariol, nel numero di gennaio 2022 di Montagne360.

 Tra le disposizioni di più delicata interpretazione vi è quella dell’art. 26, comma 2, in forza della quale “I soggetti che praticano lo sci-alpinismo o lo sci fuoripista o le attività escursionistiche in particolari ambienti innevati, anche mediante le racchette da neve, laddove, per le condizioni nivometeorologiche, sussistano rischi di valanghe, devono munirsi di appositi sistemi elettronici di segnalazione e ricerca, pala e sonda da neve, per garantire un idoneo intervento di soccorso.”

Analoga disposizione era prevista dall’art. 17 della legge n. 363 del 2003, ma limitatamente allo scialpinismo.

La nuova norma, che risente certo del grande aumento del numero dei frequentatori della montagna invernale anche nella dimensione escursionistica e della condivisibile volontà di garantire adeguate forme di assistenza, è formulata in modo eccessivamente generico e, proprio per questo, tale da non consentire di cogliere l’esatta portata dell’obbligo introdotto e gli ambiti in cui potrà trovare, o meno, applicazione.

Se, infatti, l’aver riferito l’obbligo alla sola frequentazione di “particolari” ambienti innevati, ha rimosso l’iniziale riferimento in sede di lavori parlamentari a questi ultimi tout court, nulla si dice su quali debbano essere le caratteristiche da riscontrare per aversi tale “particolarità”, ragione per cui il vero parametro discretivo tra obbligatorietà, o meno, della dotazione di autosoccorso finisce con l’essere rappresentato solo dai “rischi di valanghe” connessi alle condizioni nivometeorologiche.

Impropriamente viene utilizzato il termine “rischio” come sinonimo di “pericolo”, perché in realtà è di questo che si parla.

Ma il vero problema è individuare di quale livello di rischio si parli, tale da far scattare l’obbligo, se solo si considera che, nella scala europeo del pericolo di valanghe anche il livello 1 – verde – debole, anche se limitato e con minimo potenziale dannoso, individua una pur contenuta forma di pericolosità.

 

Proprio per questo il Cai ha trasmesso alla Sottosegretaria con delega allo Sport, Valentina Vezzali, la richiesta, corredata da una nota tecnica predisposta d’intesa con il proprio Servizio Valanghe italiano (SVI) e gli organi tecnici CNSASA e CCE, di emanazione di una circolare chiarificatrice che permetta di fornire corrette indicazioni alle Sezioni, alle migliaia di Soci e ai molti appassionati, evitando altresì l’insorgere di potenziali contenziosi con le Forze dell’ordine preposte alla relativa vigilanza, specie in caso di applicazioni restrittive.

In attesa dei chiarimenti governativi, la Sede centrale del Cai invita Sezioni, Soci e frequentatori, ad una lettura ed applicazione della disposizione in oggetto improntata alla prudenza.

 

Ferma restando l’obbligatorietà della dotazione del kit di autosoccorso per le attività sezionali (corsi e uscite) e individuali di scialpinismo, per quanto attiene le attività escursionistiche, tra cui quelle con le racchette da neve e lo sci-escursionismo, si prefigurano, quindi, uscite in cui sarà obbligatorio per i partecipanti essere dotati di Artva, pala e sonda, ed altre in cui non vi sarà tale obbligo di dotazione.

Per pianificare correttamente l’attività sarà quindi necessario:

  •  valutare con la massima attenzione lo sviluppo sul territorio dell’itinerario prescelto (morfologia), verificando, anche attraverso gli appositi bollettini, come si presentino le condizioni non solo del percorso propriamente inteso, ma anche quello della prossimità e dei pendii laterali limitrofi, considerandone la relativa inclinazione, che rappresenta un parametro particolarmente rilevante;
  • assumere circonstanziate informazioni meteorologiche sui giorni precedenti non meno che con riferimento al giorno della prevista attività;
  • ricordare che i bollettini riguardano aree spesso di notevole ampiezza e che occorre, pertanto, mantenere sin dall’avvio dell’attività una costante verifica delle condizioni effettivamente riscontrate in loco e nel corso dello svolgimento, sempre pronti, qualora la situazione si presentasse diversa da quella ipotizzata e ci si fosse avviati senza le dotazioni di autosoccorso, a rinunciare a proseguire oltre.

Ma, come opportunamente sottolinea Umberto Biagiola del Servizio Valanghe Italiano (Struttura operativa del Cai), avere a disposizione strumenti di autosoccorso, certamente preziosi, ma non saperli usare correttamente, sarebbe di ben poca utilità: da qui l’invito a partecipare a corsi di formazione preventiva, quali il Cai organizza istituzionalmente con riferimento a tutte le attività di montagna o ad avvalersi di forme professionali di accompagnamento.

 E se andare in montagna non è mai esente dal rischio connesso alla intrinseca pericolosità dell’ambiente, è auspicabile che, di pari passo con l’introduzione di regole che mirano alla sicurezza, venga favorita e comunicata adeguatamente la necessità di prepararsi all’ambiente montano culturalmente, oltre che tecnicamente.

 

Chiusura sede fino al 7 Gennaio

Si comunica che la sede resterà chiusa fino al 7 Gennaio.

Il CAI Avellino augura a tutti i soci Buone Natale e  Felice Anno nuovo.