Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie Policy.

Avellino al tempo dei Caracciolo

Tra il ‘600 e il ‘ 700 Avellino visse una delle epoche più floride e felici della propria storia, che raggiunse il suo apice con l’avvento dei Caracciolo, antica famiglia della nobiltà napoletana.

E' il periodo dello sviluppo economico, della espansione urbanistica, del rinnovamento artistico e della crescita intellettuale e civile. La manifattura della lana, la lavorazione del ferro e del rame e il commercio dei grani crearono le condizioni economiche per la crescita architettonica e urbanistica della città e l’esplosione delle arti, favorite e assecondate dal mecenatismo dei Caracciolo, che, come i signori rinascimentali, incaricavano illustri ad artisti l’esecuzione di palazzi e opere per dare un nuovo volto alla città e conferire i segni della potenza alla loro dinastia.

Per ripercorrere tale periodo storico, Antonio Di Martino ha realizzato il film-documentario “ La città dei Caracciolo” che verrà proiettato in sede il 22 marzo, ore 19,00, nell’ambito degli eventi culturali promossi dal CAI Avellino.

Referente dell’evento è la socia Filomena Cataldo.

 

Trekking nel Parco Nazionale dell’Aspromonte

Il Cai Avellino propone un quattro giorni di escursioni nel Parco Nazionale dell’Aspromonte nei giorni 22-25 aprile 2016, i cui particolari sono riportati nella locandina.

Per questioni di prenotazione delle strutture ricettive è necessario dare l’adesione entro il 31 marzo 2016 a ai direttori Carmine di Palma (tel. 347.52565483) o Giovanni di Grezia (tel. 338.7973979) con il versamento dell’anticipo di 100 Euro.

 

Ulteriori dettagli organizzativi verranno forniti nei prossimi giorni.

Allegati:
Scarica questo file (Trekking nel Parco Nazionale dell'Aspromonte.pdf)Locandina[ ]434 kB

LA VIA FRANCIGENA: sulle orme dei pellegrini del medioevo

LocandinaCon le prime adesioni, prende corpo il progetto dell’Associazione Sinergie di Bisaccia, patrocinato dal Club Alpino Italiano - sezione di Avellino e del Touring Club Italiano – Club di territorio Paesi d’Irpinia, di  percorrere la Via Francigena da Canterbury a Roma per riscoprire i valori del cammino lungo le vie dei pellegrini del medio evo.

E’ stato fissato il calendario del cammino che comprende 79 tappe, con partenza il 12 agosto da Canterbury e arrivo il 29 ottobre a Roma; il percorso prevede l’attraversamento del canale della Manica e il passaggio per la Francia, la Svizzera e l’Italia ed è lungo circa 1900 chilometri, che gli interessati potranno fare, naturalmente, in parte, secondo le proprie disponibilità.

Alcuni tratti, di particolare attrattiva per gli iscritti al CAI, prevedono l’attraversamento delle Alpi e degli Appennini, per i quali alcuni soci hanno già manifestato il proprio interesse, mentre altre tappe prevedono il passaggio, meno impegnativo, di luoghi e paesaggi indimenticabili, quali la parte svizzera della Via Francigena, le valli alpine sul versante italiano, le dolci colline toscane e l’alto Lazio.

La lunghezza, il dislivello, la difficoltà, le date, i luoghi attraversati e quelli di accoglienza dei singoli tratti sono riportati nei file allegati.

PAESAGGI TERRAZZATI - scelte per il futuro -

In vista del Congresso Mondiale sui Terrazzamenti, che si terrà il 6-15 ottobre 2016 nel Veneto, il Comitato scientifico del CAI – raggruppamento regionale della Campania ha organizzato un ricco programma di attività escursionistiche che si svolgerà in Costiera Amalfitana e Ischia.

Il congresso ha per scopo la valorizzazione dei paesaggi terrazzati che costituiscono un patrimonio inestimabile in tutto il pianeta, dove da sempre la vita si è sviluppata, sia pure in condizioni disagiate; oggetto di attenzione negli ultimi decenni in tutto il mondo, molti di essi rimangono abbandonati e sono a rischio di degrado, con perdite immense del loro patrimonio culturale .

Il terzo Incontro mondiale sui Paesaggi Terrazzati vuole conferire ulteriore spinta alla valorizzazione di tali paesaggi  e costituirà una occasione per  far conoscere il nostro immensa ricchezza che caratterizza il nostro paesaggio montano e costiero.

Le escursioni  organizzate dal CAI hanno essenzialmente un carattere naturalistico e prevedono visite guidate a centri storici, ambienti rurali e a realtà culturali locali della nostra costiera amalfitana.

 

 

Allegati:
Scarica questo file (Itinerari 2016 di luoghi Terrazzati - CAI Comitato Scientifico e Raggruppamento Regionale Campania.pdf)Dettagli[ ]198 kB

Uomini e montagne: Reinhold Messner

“Spesso noi scalatori veniamo descritti come degli eroi. Invece andiamo nella natura selvaggia proprio per riscoprire la nostra fragilità.” E’ una delle riflessioni di Reinhold Messner, alpinista, esploratore, scrittore, politico e agricoltore italiano, ma soprattutto leggenda vivente dell’alpinismo mondiale. Cresciuto nel sud Tirolo, a soli 5 anni, in compagnia del papà, compie la sua prima ascensione dolomitica sul Sass Rigais e appena teen-ager inizia a scalare le vette della Val di Funes. Numerosi sono i libri scritti da Messner dove, svelandosi, racconta le sue esplorazioni e scalate, così come molte sono le pubblicazioni che ne descrivono il carattere e la personalità e affrontano la filosofia delle sue avventure. Di recente a occuparsi di Reinhold è il lungometraggio “Messner Der Film”, dove viene mostrata la dimensione umana e si racconta l’avventurosa vita del grande alpinista; film che potremo vedere in sede martedì 1° marzo, alle ore 19,30.