Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie Policy.

I sentieri delle due guerre mondiali: trekking «pacifici» alla ricerca dei segni dei combattimenti

Due nuove edizioni di guide escursionistiche promosse dal Club Alpino Italiano, acquistabili con il Corriere della Sera, per camminare sui sentieri delle montagne italiane che hanno visto lo svolgersi delle vicende storiche legate al primo conflitto mondiale e alla Resistenza.

 

Dal 16 maggio è disponibile in edicola “I sentieri della Grande Guerra” che raccoglie 23 proposte di itinerari curati dal CAI sulle Alpi per scoprire i luoghi, la storia e le vicende della Prima Guerra Mondiale. Presenti i dettagli di percorsi su Adamello, Pasubio, Altopiano dei Sette Comuni, Monte Grappa, Lagorai, Tofane, Monte Piana, Lavaredo e Region Popèra.

 

Acquistabile dal 23 maggio “I sentieri per la libertà”, con 30 itinerari su Alpi e Appennini, dalle cime della Valle d’Aosta ai crinali abruzzesi, fino ad arrivare alle pendici dell’Abbazia di Montecassino. Luoghi dove è stata scritta una pagina fondamentale della storia italiana nel percorso verso la libertà, quella della Resistenza.

 

In entrambi i volumi sono presenti per ogni itinerario informazioni quali periodo consigliato, livello di difficoltà, appoggi in quota, punto di partenza, dislivello, tempo di percorrenza e cartografia.

 

“I sentieri della Grande Guerra” e “I sentieri per la libertà” sono acquistabili a un prezzo di Euro 12,90 ciascuno in abbinamento editoriale con il Corriere della Sera.

 

Lorenzo Franco Santin lungo il Sentiero Italia

Fra le varie componenti che caratterizzano la rete sentieristica utilizzata dagli escursionisti in Italia, spicca con particolare evidenza il tracciato chiamato “Sentiero Italia”, che percorre le nostre isole, risale lo stivale per gli Appennini e poi traversa da ovest ad est la catena delle Alpi. Il Sentiero Italia nasce nel 1995 in seguito a verifica funzionale del percorso da parte di Camminaitalia sotto l’egida del CAI e nel 1999, con la manifestazione Camminaitalia promossa sempre dal sodalizio, sono state percorse tutte le tappe, giungendo a formare di fatto il trekking più lungo del mondo: ben 6.166 chilometri.

Lorenzo Franco Santin, socio del CAI Friuli, ha iniziato in solitaria a percorrere gli oltre 6000 km ai primi di aprile in Sardegna, ha poi percorso la Sicilia, la Calabria, Basilicata ed è giunto in Campania l’8 maggio facendo soste sugli Alburni nei pressi del Rifugio Aresta, poi in zona di Senerchia, sul Terminio al Rifugio degli Uccelli, a Mercogliano nella notte del 12 maggio, il 13 conta di essere in zona Gioia Sannitica e poi il giorno successivo in Molise.

Sta percorrendo circa 50 km al giorno in completa autosufficienza ed tutti gli organismi tecnici territoriali operativi (O.T.T.O.) stanno fornendo il supporto logistico da lui richiesto che di fatto si limita ad aggiornare le mappe che lui utilizza nel suo percorso, alla ricarica delle batterie in sua dotazione, al coordinamento della consegna di quanto inviato da casa ed alle necessità che sorgono lungo il cammino.

Il progetto, promosso e sponsorizzato dal CAI Centrale, intende di promuovere la sentieristica nazionale, in un momento caratterizzato dal difficile tentativo di rilancio dell’economia, legata al turismo sostenibile, nelle aree del centro Italia squassate da una lunghissima crisi sismica.

Lo sviluppo del trekking si sviluppa in linea di massima come qui di seguito esposto:

 Regione Settimana di cammino

Sardegna 1 – 2
Sicilia 3 - 4
Calabria 4 – 5
Basilicata 6
Campania 7 – 8
Molise 9
Abruzzo e Lazio 10
Umbria 11
Emilia Romagna e Toscana 12 – 13
Liguria 13 - 14
Piemonte 15 – 16 – 17 – 18
Lombardia 19 – 20
Trentino Alto Adige 21 – 22
Veneto 23
Friuli Venezia Giulia 24 – 25

Lorenzo Franco Santin, oltre alla dotazione personale che gli necessita per affrontare un percorso escursionistico di tale portata, sarà dotato di un telefono cellulare, di macchine fotografiche ed altro e sarà collegato quasi in diretta con Lo Scarpone Online, la sua posizione quasi in tempo reale è consultabile anche dal suo sito personale.

Nella foto il suo arrivo a Contrada per l’incontro di supporto logistico offerto dalla nostra sezione.

 

Settimana Verde in Val Di Sole

SETTIMANA VERDE  IN  VAL  DI  SOLE  DAL  5  AL  12 AGOSTO 2017

PROGRAMMA COMPLETO

PROGRAMMA

Viaggio di a/r in pullman Gran  - Turismo da AVELLINO a MONCLASSICO ( TN)
La  partenza  da Avellino è fissata  alle ore 23,30 del giorno 04.08.2017 dalla sede della  Sezione  C.A.I. .
La consegna delle camere sarà effettuata intorno alle ore 12,30.
La  partenza  da  MONCLASSICO  è  fissata  alle  ore  9,00  del  12.08.2017  con  arrivo  ad  Avellino previsto per le 22,00 c. ca    

PRIMO ACCONTO ENTRO IL 28 APRILE 2017 

Direttore: Francesca Bellucci - 349.6037317

 

 

“Lo scivolo dei lupi”: la nuova falesia di arrampicata a Summonte

Sabato 25 marzo 2017, a Summonte (AV), su iniziativa del Club Alpino Italiano di Avellino, è stata inaugurata una nuova falesia di arrampicata chiamata “lo scivolo dei lupi”, una palestra di roccia che, per conformazione e difficoltà degli itinerari è ideale per chi vuole muovere i primi passi in verticale.

L’evento, che ha visto la partecipazioni di numerosi soci della nostra sezione, è stato organizzato nell’ambito del corso di arrampicata Arrampicata Libera AL1 a cura degli Istruttori Campani della Scuola di Alpinismo, Sci-Alpinismo e Arrampicata Libera della Franco Alletto di Roma che, si sta svolgendo in questo periodo.

Un sincero ringraziamento va ai nostri soci: Roberto, per la creazione e chiodatura degli itinerari d'arrampicata, Stefania, Loretana, che si sono prodigate con passione per la sistemazione e pulizia del sito.

Una particolare gratitudine va indirizzata al Sindaco di Summonte Onorevole Pasquale Giuditta e al Rifugio Urupreta per l’accoglienza.

CORSO BASE DI ARRAMPICATA LIBERA/AL1